Call for startup! Invito a presentare manifestazioni di interesse per l’inserimento di nuove attività imprenditoriali in percorsi di incubazione e accelerazione presso l’incubatore Tpm Cube di Mirandola

Pubblicato il nuovo avviso promosso a Fondazione Democenter per individuare idee d’impresa, startup, spin-off e laboratori universitari, spin-out industriali e PMI innovative di potenziale interesse per la propria opera di rigenerazione del tessuto imprenditoriale locale.

Scadenza: ore 12.00 del 19/07/2021

Avviso e info: https://bit.ly/2TFlA2R


Il primo evento TEDx nel distretto biomedicale

Anche il Tecnopolo TPM Mario Veronesi tra i patrocinatori dell'iniziativa.

Leggi tutto:
QN
Gazzetta di Modena
Modena Today


Mascherine, tra false Ffp2 e “pezzi di stoffa”: viaggio nei laboratori di controllo

Le mascherine che indossiamo funzionano? E quali sono quelle che in realtà non servono a niente ma che rischiamo di comprare credendo di proteggerci.

Guarda qui la video inchiesta di MicroMega


Bando per l’ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI IN EMILIA ROMAGNA – Art 6 LEGGE 14/2014 – edizione 2021

Il Bando dà attuazione alla legge regionale n.14 del 18 luglio 2014, “Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna”, favorendo la realizzazione di investimenti strategici ad elevato impatto occupazionale, che comprendano, tra le altre, attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati a sviluppare e diffondere significativi avanzamenti tecnologici per il sistema produttivo e alla realizzazione di nuovi risultati di rilevanza tecnologica e industriale, di interesse per le filiere produttive regionali. Il bando approva proposte di investimenti di alta rilevanza strategica attraverso la sottoscrizione di Accordi regionali di Insediamento e Sviluppo.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda le imprese che esercitano attività diretta alla produzione di beni e di servizi:
– già presenti con almeno una unità locale in Emilia-Romagna e che intendono realizzare investimenti addizionali;
– non ancora attive in Emilia-Romagna ma che intendono investire sul territorio regionale grazie al piano di investimenti descritto nella domanda.

PROGETTI AMMISSIBILI

Il programma di investimento deve sostanziarsi in uno o più progetti finanziabili, da realizzarsi in Emilia-Romagna, secondo le seguenti tipologie:
A. Interventi finalizzati alla creazione di un’infrastruttura di ricerca;
B. Progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale;
C. Interventi di formazione e aiuti all’assunzione di lavoratori svantaggiati e all’occupazione dei lavoratori disabili.
D. Interventi di investimento nella tutela dell’ambiente finalizzati all’efficienza energetica, alla cogenerazione, alla produzione di energia da fonti rinnovabili, interventi per il riciclo e il riutilizzo dei rifiuti;
E. Nuovi interventi di Investimento produttivo delle PMI sul territorio regionale e delle grandi imprese solo nelle aree assistite, sempre che siano attive al momento della presentazione della domanda e che non abbiano sedi registrate in Emilia-Romagna;
F. Investimenti rivolti alle PMI per l’acquisto di consulenze (solo per nuovi insediamenti proposti da parte di PMI che non abbiano sedi in Emilia Romagna)

E’ obbligatoria l’inclusione nel programma di investimenti di almeno 1 progetto di ricerca e sviluppo, con costi ammissibili non inferiori a 2 milioni di € e l’incremento occupazionale a tempo pieno e indeterminato di 20 nuovi addetti (in termini id ULA).

CONTRIBUTO

Il contributo complessivo riferito al programma di investimento non potrà superare i seguenti importi massimi
– 1 mln € per investimenti in infrastrutture di ricerca
– 4 mln di € per investimenti in attività di ricerca e sviluppo

DURATA DEI PROGETTI

Il programma di investimento deve essere avviato dopo la presentazione della domanda di contributo e deve completarsi entro massimo il 31 dicembre 2023. Le spese saranno ammissibili a partire dal 1° gennaio 2022 e fino al 31 dicembre 2023.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Sarà possibile presentare le domande a partire dal 15 luglio 2021 e fino alle ore 12:00 del 15 ottobre 2021.
La procedura di approvazione delle domande è di tipo valutativo a graduatoria.

Scarica la scheda del BANDO

Per ulteriori informazioni contattare:
Dott.ssa Giovanna Di Donato
Tel. 059 2058142      Cell 339 5001395
E-mail g.didonato@fondazionedemocenter.it


Webinar | 07 luglio ore 17.00 | Tècnopolo – Tecniche di bioprinting e modelli biologici avanzati ottenuti mediante tecnologia di stampa 3D

Un nuovo appuntamento di Tècnopolo il ciclo di incontri di approfondimento delle competenze e delle tecnologie del Tecnopolo di Modena.

Durante l’incontro saranno trattate le tecniche di stampa 3D e l’additive manufacturing, ovvero la deposizione di materiale unitamente a cellule con stampa 3D. Verrà così illustrato come l’oggetto biologico ottenuto nell’ottica della stampa 4.0, ovvero nel tempo, in appropriate condizioni di coltura potrà maturare e differenziarsi in tessuti adulti come utile piattaforma per test in vitro.
In particolare saranno presentati gli obiettivi e lo stadio di avanzamento del progetto ” Nuova piattaforma di studio per l’irritazione e  infiammazione: bioprinting, cute e infiammazione” su Progetti di ricerca sui Metodi Alternativi all’utilizzo di animali.

Speakers:
Elena Veronesi e Alberto Portone, Ricercatore del Tecnopolo TPM Mario Veronesi di Mirandola

Iscriviti al seguente link: https://bit.ly/TecnopoloMO070721


22/06 | Ponte tra scienza e salute: conversazione tra territori

WEBINAR 22 giugno 2021 alle ore 15.00

Con questo webinar, il 22 giugno alle ore 15, inizia un confronto tra mondo della ricerca applicata e le scienze della salute, dove si coinvolgeranno diversi attori per fare sintesi tra sanità, ricerca, imprese e quindi trasferimento tecnologico. Questo percorso si ricollega alla “Comunità di ripartenza” promossa nel 2020.

L’iniziativa “Ponte tra scienza e salute” è promossa dai Tecnopoli di Bologna, Forlì-Cesena e Modena e collega le missioni dei Tecnopoli con i bisogni emersi nel corso della pandemia.

La crisi generata dalla pandemia ha evidenziato quanto sia difficile stabilire forme di collaborazione pubblico-privato nel settore sanitario, in modo snello e rapido, valorizzando competenze, idee, proposte provenienti da laboratori di ricerca ed aziende.

L’obiettivo è quello di facilitare il dialogo e costruire dal basso reti che veicolano informazioni, conoscenze e tecnologie, cercando al contempo di capirne meglio i blocchi/ostacoli.

In questo primo incontro interverranno:

  • Hynnova digital health – startup innovativa che si occupa di Digital Health e sviluppa soluzioni di Data Science per settore sanitario;
  • Prof. Aldo Tomasi – Università degli studi di Modena e Reggio – Emilia (Professore Ordinario presso il Dipartimento Chirurgico, Medico, Odontoiatrico e di Scienze Morfologiche con interesse Trapiantologico, Oncologico e di Medicina Rigenerativa) che parlerà di temi trasversali di facilitazione del rapporto fra imprese e sanità;
  • IBD Italian Biomedical Devices s.r.l – startup innovativa che realizza dispositivi medici e ha dato un importante contributo all’emergenza COVID realizzando un ventilatore polmonare non invasivo e portatile, il Biorespira;
  • Professore Campus di Cesena (in corso di conferma)
  • Startup Tecnopolo Bologna(in corso di conferma)
  • Professore Tecnopolo di Bologna (in corso di conferma)

Qui per iscriversi
Qui la locandina


Bando per l’attrazione e il consolidamento di START UP INNOVATIVE 2021 – Regione Emilia-Romagna

Dal  22 Giugno 2021 è possibile presentare la domanda di contributo.

Il bando si propone l’obiettivo di supportare la localizzazione e il consolidamento di Start up Innovative e favorirne la crescita nei settori produttivi e nelle filiere strategiche presenti nel proprio territorio.

Soggetti beneficiari:
Micro e/o Piccole Imprese, iscritte alla data del 31/05/2021, alla “Sezione speciale in qualità di Start Up Innovativa” del registro Imprese presso la CCIAA  e con un’unità locale, in cui si realizza il progetto, in Emilia-Romagna e con codici Ateco primari ammissibili.

Spese ammissibili:
Acquisto/leasing di macchinari/impianti; affitto/noleggio laboratori e attrezzature scientifiche; acquisto/licenze proprietà industriale/intellettuale; licenze sw e canoni annuali per certificazioni; consulenze specialistiche; costi per la localizzazione di nuove unità locali operative (max50%); costi per personale dipendente (max 25%).

Dimensione progetti: minimo 100.000 €;  solo per le imprese rientranti nei settori delle Industrie Culturali e Creative e Innovazione nei Servizi è pari a minimo 50.000 €.
Agevolazione: contributo a fondo perduto fino al 70% (max 150.000 €).
Presentazione delle domande: a partire dalle ore 13 del 22/06/2021 fino alle ore 13.00 del 29/07/2021.

SCHEDA SINTETICA DEL BANDO

Per ulteriori informazioni contattare:
Dott.ssa Giovanna Di Donato
Tel. 059 2058142      Cell 339 5001395
E-mail g.didonato@fondazionedemocenter.it

Dott.ssa Cecilia Sgarbi
Tel. 059 2058155      Cell  347 0378698
E-mail c.sgarbi@fondazionedemocenter.it


Paper a cura del TPM pubblicato su “International Journal of Environmental Research and Public Health”

Il Tecnopolo TPM Mario Veronesi di Mirandola a maggio ha pubblicato il paper dal titolo "Assessing Biocompatibility of Face Mask Materials during COVID-19 Pandemic by a Rapid Multi-Assays Strategy" sulla rivista scientifica internazionale “International Journal of Environmental Research and Public Health”.

L'articolo approfondisce l'esperienza del Tecnopolo TPM Mario Veronesi di Mirandola nella sfida di trovare una soluzione efficace per contrastare la pandemia da Covid- 19. Già dall'inizio dell'emergenza le autorità scientifiche suggerivano di utilizzare le mascherine facciali per diminuire il rischio di contagio. Il TPM ha realizzato uno studio scientifico per elaborare una metodologia rapida ed efficace, per valutare la biocompatibilità delle mascherine grazie a test in vitro su cellule umane (fibroblasti umani) effettuati direttamente sui materiali - FMM (Face Masks Material), per verificarne la potenziale citotossicità, sensibilizzazione e irritazione a contatto con la pelle.

Sono stati testati circa 242 FMM (ad oggi i campioni sono più di 600), classificati nei 7 materiali maggiormente rappresentativi (polipropilene, carta, cotone, poliestere, polietilene tereftalato, stampa tridimensionale e viscosa): di questi il 50,8% ha superato tutti i test (quindi il prodotto è risultato essere compatibile con l'utilizzo), il 48% ha ne ha fallito almeno uno e solo l'1,2% ha fallito tutti i tre test (quindi potenzialmente non adatto al contatto con la pelle). 

Il TPM Mario Veronesi di Mirandola, mediante l’utilizzo di fibroblasti umani, ha quindi realizzato un test rapido, altamente efficace e dal costo contenuto in grado di valutare in maniera tempestiva e maggiormente rappresentativa, la biocompatibilità dei materiali presenti nelle mascherine facciali.

L’approccio multi-test ha permesso di identificare materiali con performance migliori rispetto ad altri, e suggerire il loro utilizzo in commercio, per il benessere dell'utilizzatore finale.

Leggi tutto


Sanificatori Covid, Beghelli: "Dall'Emilia Romagna al Colle"

I test sono stati svolti con il Tecnopolo di Mirandola.

Leggi tutto


Classifica The Medicine Maker: Massimo Dominici confermato per il terzo anno consecutivo tra i più influenti medici al mondo

Terapie cellulari, per il terzo anno consecutivo il professor Massimo Dominici, Direttore della Struttura Complessa di Oncologia all’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena e docente UniMoRe, Responsabile scientifico del laboratorio di biocompatibilità del Tecnopolo TPM di Mirandola, è nella power list 2020 tra i professionisti più influenti al mondo stilata da The Medicine Maker, pubblicazione globale leader sulla terapia cellulare e genica.

Leggi tutto:
Gazzetta di Modena
Modena Today