La Rete dei Tecnopoli dell’Emilia-Romagna spinge l’innovazione negli ambiti sanità e salute

L’eccellenza e l’innovazione  che viene espressa dai  Laboratori della Rete Alta Tecnologia – localizzati presso la Rete dei Tecnopoli regionali intercetta ampiamente le priorità identificate dalla Strategia di Specializzazione Intelligente dell’Emilia-Romagna – S3 che costituisce una vera e propria “road map”della programmazione regionale per i Fondi europei destinati alla ricerca fino al 2027.

Tra queste priorità gli aspetti correlati all’innovazione in ambito sanitario hanno acquisito un’importanza sempre più rilevante e negli ultimi anni numerosi sono stati i progetti realizzati dai laboratori e valorizzati attraverso l’attività dei Tecnopoli, luoghi preposti per favorire la collaborazione tra i laboratori di ricerca e le aziende del territorio.

Leggi tutto


Grazie all’appoggio di Democenter finanziati i progetti di imprese modenesi con 115 nuovi assunti

Le aziende modenesi Ammagamma, expert.ai, Eurosets e Qura, accompagnate da Fondazione Democenter, hanno ottenuto un contributo dalla Regione a fronte di investimenti strategici per quasi 12 milioni di euro con vincolo di oltre 100 assunzioni.

Leggi tutto


Nuova certificazione GLP - Centro di Saggio ai sensi del D.Lgs 50 del 2 Marzo 2007 (certificato n° 2021/1 del 12/11/2021

I laboratori del TPM sono da tempo certificati ISO 9001 e ISO 13485.
A fine dell’anno 2021 abbiamo ottenuto però un importante ulteriore riconoscimento: il laboratorio TOP - Toxicology and proteomics del Tecnopolo ha infatti ricevuto la certificazione di conformità del Centro di Saggio ai sensi del D.Lgs 50 del 2 Marzo 2007 (certificato n° 2021/1 del 12/11/2021) a seguito della visita ispettiva del Ministero della Salute. (Good laboratory practice – GLP / Buona pratica di laboratorio – BPL).
Direttore del Centro di Saggio TOP è il Prof. Aldo Tomasi dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Lo scopo di queste certificazioni è poter assicurare ai nostri clienti e partner di operare nel rispetto dei requisiti previsti dalla norma, mettendo al centro le esigenze degli utenti impegnandosi per migliorare continuamente la qualità delle prestazioni e verificarne il raggiungimento, e avendo un sistema di rilevazione e risoluzione tempestiva delle anomalie.

L’ulteriore certificazione GLP è un sistema di qualità che riguarda il processo organizzativo e le condizioni in cui gli studi preclinici vengono programmati, eseguiti, controllati, registrati, archiviati e riportati. Di seguito i dettagli:

  • Area di competenza: STUDI SUL CONFEZIONAMENTO E MIGRAZIONE
  • Categoria prodotto: DISPOSITIVI MEDICI.
  • Tipologia di Saggio: PROVE DI CESSIONE DI MATERIALI USATI NEI DISPOSITIVI MEDICI (LEACHABLES AND EXTRACTABLES).

Il Centro di Saggio TOP è quindi idoneo ad effettuare i test preclinici a supporto dello sviluppo e registrazione di dispositivi medici nel rispetto dei principi di Buona Pratica di Laboratorio (Good Laboratory Practice - GLP) in modo specifico per quanto riguarda la caratterizzazione chimica di dispositivi medici.
La certificazione GLP è richiesta per la registrazione di dispositivi medici secondo MDR 745:2017.

La strumentazione disponibile al TPM e la tipologia di test eseguiti sono:

Organic Compounds by chromatography:

  • NVOC – Non-volatile organic compounds by HR - LC/MS (Acquity UPLC-I Class coupled with Xevo G2/XS QToF - Waters)
  • SVOC – Semi-volatile Organic Compounds by GC/MS - (8890 GC coupled with single quadrupole 5977 Series MSD - Agilent) or Atmospheric pressure gas chromatography (APGC) with 7693 multimode Agilent Injector coupled with Waters Xevo-G2-XS Mass Spectrometer
  • VOC – Volatile Organic Compounds by HS – GC/MS - (PAL HeadSpace Autosampler and 8890 GC coupled with single quadrupole 5977 Series MSD - Agilent).
  • Gli strumenti hanno qualificazione IQ (installation qualification) e OQ (operational qualification.

Inorganic elements by spectroscopy:

  • ICP-OES 5110 Agilent G8015A (with auto-sampler SPS G8410A)

La caratterizzazione chimica è il punto focale della MDR 745 e dalla ISO 10993-1: 2018 per la registrazione o il rinnovo del marchio CE.

TPM ha una lunga esperienza nel compilare il TRA (toxicological risk assessment) secondo ISO 10993-17, ISO 10993-7 (residui sterilizzazione) e applicazione ISO TS 21726 2019 (Biological evaluation of medical devices -Application of the threshold of toxicological concern (TTC) for assessing biocompatibility of medical device constituents). Il risk assessment va a completare la caratterizzazione chimica del dispositivo medico, rilevante nella preparazione del fascicolo tecnico.


Comunicato stampa | Democenter: Poker d’assi sul nostro territorio per l’innovazione e la ricerca

Ammagamma, expert.ai, Eurosets e Qura: queste le imprese modenesi accompagnate da Fondazione Democenter, che hanno ottenuto un contributo dalla Regione a fronte di Investimenti strategici per oltre 11 milioni di euro con vincolo di oltre 100 assunzioni. Tre progetti prevedono il coinvolgimento del Tecnopolo di Modena. Il direttore di Democenter Barbara Bulgarelli ‘Vicini alle imprese nell’avanzamento tecnologico e per l’attrattività dell’intero territorio’

MODENA – La Regione Emilia Romagna finanzierà progetti di ricerca e innovazione presentati da 23 gruppi e imprese nel territorio regionale in attuazione della Legge Regionale 14 per l’Attrazione degli investimenti in Emilia-Romagna. Tra le 19 aziende finanziate ci sono quattro ‘assi’ del territorio modenese che sono state accompagnate, nella presentazione della domanda, da D7-FINANCE, società di Fondazione Democenter che si occupa di finanza agevolata. Si tratta di Ammagamma, expert.ai, Eurosets e Qura. Le prime due del settore dell’intelligenza artificiale, Euroset e Qura del settore biomedicale. Il contributo complessivo accordato alle quattro imprese dalla Regione sarà di circa 5 milioni di euro a fronte di un investimento complessivo delle stesse imprese di oltre 11 milioni di euro con un vincolo di almeno 115 nuove assunzioni.
Barbara Bulgarelli direttore di Democenter ‘Il nostro intento è di avere un ruolo di player per agevolare l’avanzamento tecnologico delle imprese perché questo ha un indubbio effetto e per l’attrattività dell’intero territorio e sul sistema economico complessivo. I settori industriali oggi sono in dialogo ed interconessione sia per tipologie di settore che nel rapporto di filiera e di scambio tra grande e piccola azienda. E la leva per attrattività per un territorio oggi è proprio questo: mettere in moto idee di impresa ad alta digitalizzazione per la crescita sostenibile.’

Fabio Ferrari, Fondatore e Presidente Ammagamma “In Ammagamma sviluppiamo soluzioni innovative di IA che migliorano la qualità del lavoro e della vita delle persone, adottando un approccio produttivo e culturale multidisciplinare, che coinvolge le aziende, le scuole, le istituzioni e l’intera comunità. Grazie a questi investimenti daremo vita a progetti concreti per generare valore economico e sociale guardando al futuro dei nostri ragazzi, della nostra regione e del Paese.”

Stefano Spaggiari fondatore e Presidente di expert.ai ‘Innovazione e tecnologia sono autentici fattori di competitività per la crescita produttiva e lo sviluppo economico del nostro territorio. L’intelligenza artificiale è il motore che accelerare la trasformazione digitale non solo delle nostre imprese ma dell’intero tessuto sociale. Investire su queste tecnologie all’avanguardia significa rafforzare le nostre competenze, attrarre talenti, creare domanda e sfruttare un potenziale ancora non pienamente espresso per colmare il ritardo accumulato in questi anni rispetto ad altri Paesi”.
Daniele Galavotti CEO Qura ‘Questo progetto consentirà di sviluppare il sistema di circolazione extracorporea ”ad hoc” per il supporto cardiorespiratorio di pazienti in età pediatrica e neonatale. E’ quindi un progetto importante a cui teniamo molto perché contemplerà un alto livello di sofisticazione tecnologica. Siamo un’azienda giovane che investe i 3/4 in ricerca ed innovazione ed il progetto è calato in una visione generale di grande evoluzione in un settore così importante come quello del biomedicale”.

Antonio Petralia Vice Presidente e CEO Eurosets “Da più di 30 anni noi di Eurosets ci impegniamo giornalmente per essere accanto al personale sanitario e rispondere alle loro esigenze. La nostra mission è aiutare le persone a tornare a fare ciò che più amano grazie alla costante ricerca e sviluppo di dispositivi innovativi e sempre più performanti. Per questo motivo ben vengano iniziative da parte della Regione ER finalizzate al finanziamento e all’investimento nell’ambito della innovazione tecnologica. Questo nuovo progetto ci permetterà di ampliare la nostra gamma di dispostivi, di ridurre le complicanze perioperatorie nella chirurgia a cure aperto e di rispondere alle nuove esigenze in ambito clinico ed assistenziale, favorendo un rapido ritorno allo stato di salute del paziente”.

SCHEDA I PROGETTI FINANZIATI

  • expert.ai Spa: studio e combinazione di diversi approcci di tecnologie di intelligenza artificiale – Hybrid AI – per migliorare l’analisi documentale e automatizzare le procedure di controllo dei risultati attesi. Contributo: 1,528 milioni; investimento: 3,586 milioni. 25 Nuovi occupati, tutti laureati.
  • Ammagamma Srl: Il design come driver per lo sviluppo dell’IA orientato al prodotto (DaDA)
  • Contributo: 967mila euro; investimento: 2,290 milioni. 25 Nuovi occupati (21 laureati).
  • Eurosets Srl di Medolla: sistema cuore polmone per circolazione extra-corporea mininvasiva, e nella chirurgia a cuore aperto sempre con sviluppo di una tecnica mininvasiva. Contributo: 836mila euro; investimento: 2,108 milioni. 20 Nuovi occupati (7 laureati).
  • Qura Srl Mirandola: progettazione, sviluppo e validazione di un nuovo sistema di circolazione extracorporea per pazienti neonatali e pediatrici. Contributo: 1,267 milioni; investimento: 3,243 milioni. 45 Nuovi occupati (20 laureati).

Leggi il comunicato stampa


Il video della sesta tappa di Oltrape Tour 2021 al TPM di Mirandola

Il viaggio estivo in Emilia-Romagna di Radioimmaginaria ha fatto tappa a Mirandola (MO). Nel cuore del distretto biomedicale, i ragazzi della radio hanno toccato con mano le innovazioni sviluppate all'interno del Tecnopolo, dove i giovani possono specializzarsi frequentando l'ITS finanziato dal Fondo sociale europeo.

Guarda il video


Il TPM elabora un nuovo modello per testare i dispositivi medici.

Pubblicato il nuovo articolo "Microfragmented adipose tissue is associated with improved ex vivo performance linked to HOXB7 and b‑FGF expression" sulla rivista Stem Cell Research & Therapy per lo studio realizzato in collaborazione con Lipogems International SpA.

Le principali caratteristiche istologiche di TA (es, aumento della matrice extracellulare e della cellularità) sono state osservate nei campioni isolati e nei MF-TA coltivati ex vivo rispetto a C-TA, che si deteriorava rapidamente durante la coltura. Sulla base dei precedenti studi dei geni HOX in CSM, è stato studiato il coinvolgimento della proteina Homeobox HOX-B7 (HOXB7) e il suo target, il fattore di crescita dei fibroblasti di base (bFGF) nel meccanismo molecolare alla base del miglioramento delle prestazioni di MF-TA. In effetti, entrambi questi biomarcatori erano più importanti in MF-TA appena isolato rispetto a C-TA. Le caratteristiche istologiche tipiche del TA sono conservate nel MF-TA, insieme all'espressione di HOXB7 e bFGF, quando LS viene addizionato. Anche l'aumento delle prestazioni delle cellule è stato osservato in CSM-TA in seguito al trattamento con LS in concomitanza con una maggiore espressione di HOXB7, sebbene ci fosse nessuna associazione apparente con bFGF. I risultati dello studio mostrano che la MF ha un effetto positivo sul mantenimento dell'istologia TA e può innescare l'espressione di fattori trofici che migliorano la riparazione dei tessuti mediante l’utilizzo di TA processato.

Leggi l'abstract completo: https://bit.ly/3H8WXiD


Immunoterapia per i tumori cerebrali, il Tecnopolo Mario Veronesi di Mirandola partecipa allo studio dell'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Modena sulle CAR-T per il glioblastoma

Il professor Massimo Dominici alla guida del progetto di terapia genica anti-cancro. I risultati appena pubblicati sulla rivista npj Precision Oncology.

Uno studio che estende l'approccio di utilizzo delle CAR-T, già destinate al trattamento delle leucemie, anche per i tumori solidi, in
particolare per il glioblastoma, il tumore cerebrale primitivo più maligno che ancora necessita di cure efficaci. La ricerca di laboratorio, appena pubblicata sulla rivista del gruppo Nature, npj Precision Oncology, dal titolo "GD2 CAR T cells against human glioblastoma", è stata promossa da UniMoRe e sviluppata dal gruppo del professor Massimo Dominici, Direttore della Struttura Complessa di Oncologia medica dell'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Modena, con il professor Giacomo Pavesi, Direttore della Struttura Complessa di Neurochirurgia nella stessa azienda, entrambi docenti di UniMoRe, insieme ad un gruppo di lavoro che coinvolge altri centri in Italia.

I centri che hanno partecipato allo studio sono l'ICGEB di Trieste, l'Università di Verona ed il Tecnopolo Mario Veronesi di Mirandola, grazie a finanziamenti dell'Associazione ASEOP di Modena, di Diana Laneri Post-Doctoral Fellowship e del Progetto Dipartimenti Eccellenti MIUR 2017 di UniMoRe.

Leggi di più

Articolo npj: Prapa, M., Chiavelli, C., Golinelli, G. et al. GD2 CAR T cells against human glioblastoma. npj Precis. Onc. 5, 93 (2021): https://doi.org/10.1038/s41698-021-00233-9


Nuovo accordo di collaborazione tra Ausl e Democenter-Sipe

     

Si rinnova e si rafforza l’Accordo di collaborazione tra l’Azienda USL di Modena e Fondazione Democenter-Sipe con il coinvolgimento delle imprese del settore biomedicale della provincia di Modena.
In vigore dal 2014, l’Accordo ha l’obiettivo di sviluppare innovazioni tecnologiche al servizio dei bisogni assistenziali dell’Azienda sanitaria, dei suoi professionisti e dei cittadini attraverso la collaborazione e l’esperienza di Democenter, Fondazione senza scopo di lucro che da anni supporta le imprese per lo sviluppo e realizzazione di progetti innovativi.
Questa mattina, nella sede amministrativa dell’Ausl, il Direttore generale Antonio Brambilla e il presidente di Fondazione Democenter Roberto Zani hanno siglato il nuovo accordo quadro di durata triennale.
In particolare, Democenter si impegna a sensibilizzare gli operatori del settore biomedicale riguardo le esigenze di ricerca e innovazione rappresentate dall’Azienda USL di Modena e a proporre progetti di reciproco interesse; l’Azienda USL di Modena si impegna a valutare la realizzabilità dei progetti in base alle proprie esigenze, anche nell’ambito della telemedicina, e mette a disposizione il proprio personale, le proprie competenze e le proprie strutture per sviluppare l’attività di ricerca.

Comunicato stampa

SulPanaro.net

Modena Today

 


La Regione in visita al Tecnopolo di Modena e Mirandola

Visita dell’Assessora regionale Paola Salomoni al Tecnopolo di Modena e Mirandola. Due strutture capaci di essere attrattive a livello nazionale e internazionale. Ricerca a servizio dell’innovazione nelle imprese e della competitività di un intero territorio.

Modena Today

SulPanaro.net

Comunicato stampa


Dal 13 ottobre 100.000 € per l’internazionalizzazione delle PMI del territorio di Modena

La Camera di Commercio di Modena promuove il nuovo Bando voucher internazionalizzazione per sostenere l’avvio o il consolidamento di azioni che mirano a rafforzare la presenza all’estero delle PMI della provincia di Modena.

Il bando mette a disposizione voucher per un importo massimo pari a 10.000 € per progetti che mirano:

  • al rafforzamento della presenza all’estero dell’azienda
  • allo sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero

a copertura di spese quali:

  • Servizi di consulenza e/o formazione che sostengano attività di commercio internazionale
  • Acquisto o noleggio di beni e servizi sempre nell’ambito di tali attività
  • Noleggio e allestimento spazi espositivi (reali o virtuali) e organizzazione di incontri d’affari

E’ possibile presentare richiesta dalle ore 8:00 del 13/10/2021 alle ore 21:00 del 20/10/2021.
Possono essere inserite tutte le spese sostenute a partire dal 01/01/2021.
I progetti dovranno prevedere un totale dei costi ammissibili pari ad almeno 5.000 €.

Scarica QUI la scheda sintetica del Bando.

Per informazioni: Dott.ssa Giovanna Di Donato
g.didonato@fondazionedemocenter.it | 059 2